Autovalutazione della dermatite atopica negli adulti

La dermatite atopica è spesso caratterizzata da una notevole variabilità di presentazioni e decorso clinico e ad oggi non è disponibile uno strumento di valutazione semplice e validato per la classificazione della malattia. Secondo uno studio condotto presso la Northwestern University di Chicago il giudizio dei pazienti adulti sulla gravità della propria dermatite atopica può essere un metodo valido per la valutazione della malattia a livello clinico e epidemiologico.
Analizzando lo stato di malattia di 265 pazienti adulti affetti da AD, valutati sia tramite questionario che con una visita dermatologica, i ricercatori hanno osservato una correlazione significativa tra l’autovalutazione dei pazienti e i punteggi ottenuti con le scale di valutazione oSCORAD, SCORAD, EASI, BSA, NRS-Itch, POEM e DLQI.
In particolare, i pazienti che avevano riportato una forma moderata o grave di AD avevano ottenuto punteggi maggiori sulle scale oSCORAD, SCORAS, EASI, BSA, NRS-itch, POEM e DLQI rispetto ai pazienti che avevano giudicato la propria condizione come lieve.
Inoltre, tra i pazienti con AD grave che hanno segnalato un miglioramento della loro condizione dopo trattamento, è stata osservata una riduzione significativa dei punteggi sopra elencati rispetto a coloro che non avevano riscontrato un miglioramento della malattia.


Fonte: Vakharia PP, Chopra R, Sacotte RP. Validation of patient-reported global severity of atopic dermatitis in adults. Allergy. 2017 Sep 14. doi: 10.1111/all.13309. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *