Carcinoma a cellule di Merkel in aumento negli USA

Uno studio pubblicato su JAAD ha analizzato la prevalenza del carcinoma a cellule di Merkel (MCC) negli USA, utilizzando i dati del registro SEER-18, un database che raccoglie i dati di circa il 28% della popolazione statunitense.
Nel periodo tra il 2000 e il 2013 è stato registrato un aumento del 95% nei casi di MCC, contro il 57% per il melanoma e il 15% per i tumori solidi. Nel 2013 l’incidenza del MCC è stata di 0,7 per 100.000 persone all’anno, con un incremento esponenziale legato all’età: 0,1 per soggetti tra 40-44 anni, 1,0 per soggetti tra 60-64 anni, e 9,8 nei soggetti con più di 85 anni.
Utilizzando i dati del censimento degli Stati Uniti si stima che in futuro l’incidenza del MCC crescerà ulteriormente, probabilmente per effetto del progressivo invecchiamento della generazione del Baby Boom, raggiungendo i 2.835 casi nel 2020 e i 3.284 nel 2025.
Le proiezioni future, combinate a un panorama terapeutico in rapida evoluzione, sottolineano l’importanza di una maggiore consapevolezza sul MCC e una migliore diffusione delle conoscenze su diagnosi e gestione della malattia.


Fonte: Paulson KG, Park SY, Vandeven NA, et al. Merkel cell carcinoma: Current United Statesincidence and projected increases based on changing demographics. J Am Acad Dermatol.2017 Nov 1. pii: S0190-9622(17)32585- 9. doi: 10.1016/j.jaad.2017.10.028. [Epub ahead ofprint]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *