I dermatologi europei sottostimano l’impatto di ansia e depressione?

Uno studio pubblicato su BJD ha valutato la capacità dei dermatologi di identificare segni di ansia e depressione nei pazienti sottoposti a visita dermatologica. Lo studio ha raccolto i dati di pazienti in vista dermatologica ambulatoriale in 13 diversi paesi Europei: ai pazienti è stato chiesto di compilare un questionario con valutazione della Hospital Anxiety and Depression Scale (HADS), mentre i dermatologi hanno valutato oltre agli aspetti dermatologici anche eventuali segni di disturbi dell’umore.
Analizzando i dati di 3635 visite è emersa una bassa concordanza (<0,4) tra la valutazione data dal dermatologo e il punteggio HADS per tutte le categorie diagnostiche. Solo il 44% dei dermatologi ha individuato segni di depressione nei pazienti depressi, mentre il 35% è stato in grado di riconoscere segni di ansia nei pazienti affetti da disturbo d’ansia. La percentuale di dermatologi che ha identificato correttamente pazienti non depressi e non ansiosi è stata invece rispettivamente del 56% e del 64%.
Considerando che un numero significativo di pazienti dermatologici soffre di depressione o ansia, si raccomanda di implementare training specifici per aiutare i dermatologi ad individuare i segni di questi importanti disturbi dell’umore.


Fonte: Dalgard FJ, Svensson Å, Gieler U, et al. Dermatologists across Europe underestimate depression and anxiety: results from 3635 dermatological consultations. Br J Dermatol. 2017 Dec 16. doi: 10.1111/bjd.16250. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *