Effetto dei fattori di stress ambientale su idratazione e infiammazione nella cute sana

Uno studio pubblicato su BJD ha valutato l’effetto di diversi fattori di stress ambientali sul livello di idratazione cutanea (misurato come fattore naturale di idratazione, NMF) e sull’espressione delle citochine cutanee in soggetti sani.
Lo studio ha coinvolto 40 volontari sani la cui pelle è stata sottoposta ad acqua dura, dolce o clorurata, SLS 0,5%, acari della polvere, allergeni del gatto, enterotossina stafilococcica B (SEB), freddo e istamina. Le analisi biofisiologiche hanno mostrato dopo 24 ore dal trattamento una significativa riduzione del NMF in risposta ad acqua dolce o dura, rispetto al controllo; inoltre il contatto con acqua dura provocava un aumento delle citochine IL-4, IFN-γ e IL-10. Anche l’esposizione agli acari della polvere e alla SEB causava una riduzione del NMF nelle 24 ore successive al trattamento; e il contatto con gli acari stimolava anche la risposta di IFN-γ, IL-2 e IL-4.
Questi risultati evidenziano come l’esposizione a diversi fattori di stress ambientale riduca il livello del NMF e aumenti l’espressione di citochine nei pazienti sani, suggerendo quindi un coinvolgimento di questi stessi fattori nell’eziopatogenesi della dermatite atopica.


Fonte: Engebretsen KA, Kezic S, Jakasa I, et al. Effect of atopic skin stressors on natural moisturizing factors and cytokines in healthy adult epidermis. Br J Dermatol. 2018 Feb 27.doi: 10.1111/bjd.16487. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *