La realtà virtuale utile contro il dolore

Se è intuibile che impegnarsi in giochi di realtà virtuale possa costituire una distrazione dal dolore, sono state necessarie invece delle ricerche scientifiche per stabilire come ciò avvenga.
Non si tratta infatti solo di un meccanismo di distrazione da ciò che provoca dolore, ma di una sorta di riprogrammazione del cervello.
Alcuni ricercatori hanno rivisto e analizzato articoli, che esploravano i differenti modi in cui la realtà virtuale donava sollievo al dolore, pubblicati tra il 2000 e il 2016.
Hanno così trovato alcuni studi che interessavano dolori cronici e dolori acuti come emicrania e fibromialgia e che univano all’utilizzo della realtà virtuale anche altri trattamenti come meccanismi di biofeedback e terapia comportamentale cognitiva.
I risultati di questi studi suggeriscono che la realtà virtuale possa aiutare a cambiare la risposta dei pazienti al dolore.
Benché gli autori siano cauti e sostengano la necessità di un maggior approfondimento su una più larga scala di pazienti, è possibile che la realtà virtuale, pur rimanendo uno strumento e non un trattamento in sé, possa ridurre la dipendenza da farmaci antidolorifici oppiacei.


Fonte: Pain Medicine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *