Metti il cibo sotto il laser prima che nel piatto

Vi piacerebbe sapere in pochi secondi se il cibo che state comprando al supermercato è sano o contiene sostanze tossiche? Fra non molto potrebbe essere disponibile un’app per il vostro telefonino in grado di scannerizzare qualsiasi alimento – pesce, verdure, succhi di frutta, oli – esposto sugli scaffali.
E’ il progetto a cui sta lavorando il Centro Frascati dell’Enea, con l’aiuto di altri 6 partner industriali, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.
In concreto si tratta di un laser in grado, per esempio, di individuare la tossina che si forma nel pesce quando non è fresco o non è conservato in modo corretto. Oppure può segnalare la presenza di sostanze chimiche nelle bibite e nei succhi.
Il progetto nasce dall’esperienza delle tecnologie anti contraffazione che ora potrebbero essere disponibili in forma di app anche per i nostri telefonini.
In questo modo potremmo sapere subito, prima dell’acquisto, se un vino ha un contenuto eccessivo di metanolo o se l’olio extravergine d’oliva è proprio extravergine.


Fonte: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *