Nanoparticelle all’ossido nitrico contro le infezioni fungine

Le infezioni fungine profonde rispondono difficilmente agli agenti topici e necessitano spesso di trattamenti antifungini sistemici, con i conseguenti effetti collaterali di lunga durata. I ricercatori della Washington University hanno scoperto un nuovo possibile trattamento per queste infezioni, grazie all’applicazione topica di nanoparticelle che rilasciano ossido nitrico.
L’ossido nitrico è un immunomodulatore ad ampio spettro che presenta attività antimicrobica, ma che è stato fino ad oggi scarsamente studiato dato il suo limitato rilascio e la scarsa penetrazione a livello topico. Il Dr. Friedman e colleghi hanno sfruttato la tecnologia delle nanoparticelle per costruire un sistema che non solo rilascia ma produce attivamente ossido nitrico, rendendolo disponibile localmente a concentrazioni terapeutiche.
La nuova tecnologia, denominata NO-np (nitric oxide-releasing nanoparticles) è in grado di accelerare la guarigione delle infezioni fungine in un modello murino di dermatofitosi, eliminando il 95% dell’infezione entro il terzo giorno di trattamento.
Lo step successivo è ampliare la tecnologia per il suo utilizzo in clinica, dove potrebbe rappresentare un nuovo trattamento sicuro e più efficace per i pazienti con dermatofitosi.
Fonte: Mordorski B, Costa-Orlandi CB, Baltazar LM, et al. Topical nitric oxide releasing nanoparticles are effective in a murine model of dermal Trichophyton rubrum dermatophytosis. Nanomedicine. 2017 Jul 13;13(7):2267-2270. doi: 10.1016/j.nano.2017.06.018. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *