Orecchie d’atleta

È abitudine di molti, sia in palestra sia correndo o allendandosi per altri sport, ascoltare la propria musica preferita con gli auricolari. Ma questa abitudine, che effetto fa sul nostro cervello durante l’allenamento? Ci carica o ci distrae? È quello che ha cercato di stabilire uno studio condotto sulle onde cerebrali durante una sessione di allenamento sportivo.
Un gruppo di ricercatori della Brunel University di Londra ha monitorato tre diversi tipi di onde cerebrali durante l’esercizio fisico di 24 volontari che camminavano all’aperto ascoltando differenti stimoli uditivi: il brano musicale Happy di Pharrell Williams, un podcast di TED sulle città, oppure nessuno stimolo.
I risultati dell’esperimento hanno confermato che l’ascolto della musica giusta causa sì una diminuizione della concentrazione, ma è in grado di cancellare la stanchezza e di fungere da motivatore più di un qualsiasi coach, facendo registrare un aumento della motivazione e del buonumore del 28% rispetto all’assenza di musica e del 13% rispetto all’ascolto del podcast parlato.
Il podcast, pur avendo reso più piacevole la camminata, non ha avuto alcuna influenza sulla percezione della stanchezza. L’influenza positiva dell’ascolto sull’umore è dovuta all’aumento delle frequenze beta nelle regioni frontali e centro frontali della corteccia cerebrale.


Fonte: Focus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *