Palitina: un’alternativa naturale e biocompatibile per la protezione solare

Uno studio condotto presso il King’s College di Londra ha scoperto che la palitina, un amminoacido simile alla micosporina (MAA) estratto da un’alga marina, è una molecola fotoprotettiva multifunzionale, estremamente efficace nella protezione dei cheratinociti dal danno solare.
Gli esperimenti condotti in vitro hanno mostrato che la palitina è in grado di proteggere in maniera significativa i cheratinociti umani HaCaT da una serie di danni tipicamente causati dai raggi UV quali stress ossidativo, danno al DNA (CPD e 8-oxaGua) e alterazioni dell’espressione di geni legati a infiammazione, invecchiamento solare e stress ossidativo. L’effetto protettivo si ottiene anche con concentrazioni di palitina molto basse, pari a 0,3% p/v. Inoltre, la palitina esercita un forte effetto anti-ossidante, ed è in grado di ridurre lo stress ossidativo generato dalla radiazione UV anche se somministrata dopo l’esposizione al sole.
La palitina, e più in generale gli MAA, potrebbero essere utilizzati per lo sviluppo di alternative naturali e biocompatibili ai filtri UVR sintetici, che sebbene essenziali per la protezione della pelle, non sono biodegradabili e danneggiano considerevolmente gli ecosistemi marini.


Fonte: Lawrence KP, Gacesa R, Long PF, et al. Molecular photoprotection of human keratinocytes in vitro by the naturally occurring mycosporine-like amino acid (MAA) palythine. Br J Dermatol. 2017 Nov 13. doi: 10.1111/bjd.16125. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *