Pattern di espressione genica per una pelle più giovane

Un gruppo di medici del Massachusetts General Hospital ha raccolto e analizzato i dati di 154 donne tra i 20 e i 74 anni, focalizzandosi sull’analisi tissutale, cellulare e molecolare di campioni di cute esposta (viso e avambraccio) o non esposta (glutei) al sole, per comprendere quali sono le caratteristiche genetiche alla base di una pelle giovane. Una migliore comprensione dei geni associati alla pelle giovane potrebbe infatti portare allo sviluppo di nuove strategie per rallentare l’invecchiamento della pelle.
Le analisi hanno mostrato che dai 20 ai 70 anni si assiste a un progressivo cambiamento dei pathway legati a stress ossidativo, metabolismo energetico, invecchiamento e barriera cellulare, con un’accelerazione in particolare tra i 60 e i 70 anni. Nelle donne con una pelle che appare più giovane i pattern di espressione genica sono simili a quelli di donne realmente più giovani, con un aumento dell’attività dei geni associati a processi biologici base, inclusa riparazione del DNA, replicazione cellulare, risposta allo stress ossidativo e metabolismo proteico. Le donne con una pelle straordinariamente giovane presentano inoltre una maggiore espressione dei geni legati a struttura e metabolismo mitocondriale, struttura epiteliale, barriera cutanea e produzione della matrice dermica.


Fonte: Kimball AB, Alora-Palli MB, Tamura M, et al. Age-induced and photoinduced changes in gene expression profiles in facial skin of Caucasian females across 6 decades of age. J Am Acad Dermatol. 2017 Nov 14. pii: S0190-9622(17)32336-8. doi: 10.1016/j.jaad.2017.09.012. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *