Pulizie a buccia d’arancia

La buccia d’arancia viene associata spesso all’antiestetico fenomeno della cellulite, ma è ora di nobilitare questa parte dei preziosi agrumi. La buccia delle arance, ma anche dei limoni o dei mandarini, si può riciclare per ottenere un ottimo detergente multiuso. Facile da realizzare e di grande efficacia. Basta chiudere in un barattolo di vetro a chiusura ermetica la buccia di 3/4 agrumi insieme a 200 ml di acqua tiepida. Dopo avere aggiunto anche 200 ml di aceto bianco e 200 ml di alcol denaturato si lascia riposare il tutto per qualche giorno, una settimana la massimo. Alla fine si filtra il contentuo del barattolo e lo si versa in un flacone spruzzatore. Il nostro detergente agli agrumi è pronto all’uso. Pratico, ecologico, economico. Si spruzza un po’ di detergente su un panno leggermente umido e con quello si passa sulle superfici da pulire: dai vetri ai sanitari, tutte le superfici lavabili tranne il legno. Con poca fatica e un bon profuo di agrumi possiamo pulire a fondo la nostra casa.


Fonte: greenme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *