Scottature da pronto soccorso

I casi di accesso in pronto soccorso per scottatura solare sono stimati a 34.000 ogni anno sul territorio degli Stati Uniti. Uno studio condotto presso due grandi pronto soccorso americani (Brigham & Women’s Hospital e Massachussetts General Hospital) ha indagato le principali caratteristiche dei soggetti visitati al pronto soccorso per problemi di scottatura solare.
In un periodo di 15 anni sono stati identificati 200 casi: per la maggior parte si trattava di soggetti con patologie psichiatriche (9,3%), problemi da abuso di alcol (6,4%) o senzatetto (6,4%), e solo nel 2% dei casi la scottatura era dovuta ad abbronzatura indoor.
Solo una minoranza dei pazienti ha avuto bisogno di flebo (8,8%) o ricovero (2%), mentre nella maggior parte dei casi è stata sufficiente la somministrazione di FANS o acetaminofene, con o senza oppiacei (58%) e l’applicazione di aloe o creme idratanti (29%), un trattamento che i pazienti avrebbero potuto ricevere anche all’esterno del pronto soccorso.
Sembra quindi che i casi di scottatura da pronto soccorso siano riferibili ad una problematica di tipo sociale e di salute pubblica, che dovrebbe essere affrontata con interventi mirati, che includano anche consulenza ed iniziative educazionali.


Fonte: Di Xia F, Fuhlbrigge M, Waul M, et al. Characteristics of Patients Presenting to the Emergency Department and Urgent Care for Treatment of Sunburn. JAMA Dermatol. 2017 Jul 12. doi: 10.1001/jamadermatol.2017.1874. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *