Scrivere a mano ha i suoi vantaggi

Diversi studi, dall’università di Princeton a quella di Washington, hanno dimostrato che l’utilizzo di carta e penna influisce positivamente sulle risorse del nostro cervello.
Migliora l’apprendimento e la comprensione: prendere appunti a mano costringe il cervello a ragionare più velocemente per selezionare e trascrivere i concetti più importanti.
Aiuta lo sviluppo cerebrale: per scrivere in modo intellegibile si utilizzano aree cerebrali che scrivendo con la tastiera non sono coinvolte.
Migliora i contenuti dello scritto: chi scrive a mano scrive d più, sviluppa meglio gli argomenti, con frasi più complesse.
Contrariamente a quanto si pensa, aiuta chi è affetto da dislessia.
Rappresenta un ottimo esercizio contro l’invecchiamento del cervello.
E’ un ottimo metodo per fare elenchi e rispettarli e anche per ricordare meglio.
Insomma senza il rischio di sembrare all’antica riscopriamo il piacere della lentezza e salviamo carta e penna dall’invadenza tecnologica.


Fonte: Greenme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *