Sei testardo, hai grinta e ami la tua terra? Puoi vivere 100 anni

Sì, d’accordo, il DNA, ma quanto può influenzare il nostro atteggiamento verso la vita, il nostro profilo psicologico nella predisposizione a vivere a lungo?
Questo è stato l’oggetto della ricerca che un team internazionale, composto da studiosi dell’Università La Sapienza di Roma e dell’Università della California San Diego, ha svolto su 29 abitanti del Cilento di età compresa tra i 90 e i 105 anni.
I ricercatori hanno valutato lo stato di benessere generale, sia fisico che mentale, di questi anziani valutando anche capacità di resilienza, ansia, depressione, ottimismo.
I dati raccolti tramite questionari ed interviste, estesi anche alla cerchia famigliare, hanno evidenziato che, a fronte di maggiori acciacchi fisici dovuti all’età, il benessere mentale degli anziani era decisamente superiore rispetto a quello dei parenti più giovani.
“Ciò che accomuna questi anziani è l’amore per la loro terra, in cui trovano un motivo per continuare a vivere”, ha sottolineato la dottoressa Anna Scelzo, coordinatrice della ricerca.
Altri tratti comuni emersi dai dati sono la testardaggine, il carattere dominante e la tendenza a voler tenere tutto sotto controllo, caratteristiche che dimostrano la volontà di non arrendersi.
Lo studio rientra nel progetto CIAO (Cilento on Aging Outcomes Study) ed è stato pubblicato sulla rivista scientifica specializzata International Psychogeriatrics.




FONTE: https://scienze.fanpage.it 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *