Come trattare una scottatura di primo grado

Le scottature di primo grado sono piuttosto comuni nella popolazione, coinvolgono solo lo strato esterno della pelle e possono essere tendenzialmente curate a casa.
I dermatologi consigliano prima di tutto di raffreddare la parte ustionata, immergendola in acqua fredda per almeno 10 minuti o finché il dolore non si riduce. È possibile inoltre applicare vaselina per 2-3 volte al giorno, mentre è sconsigliata l’applicazione di unguenti, burro o dentifricio – che possono causare infezioni – e di antibiotici topici.
La ferita dovrebbe essere coperta con una benda sterile, evitando di rompere le vesciche qualora dovessero formarsi. In caso di dolore intenso è possibile assumere degli antidolorifici quali acetaminofene o ibuprofene, che aiutano anche a ridurre l’infiammazione. È fondamentale infine evitare l’esposizione al sole dell’area ustionata anche dopo la guarigione, in modo da ridurre la formazione di cicatrici.
Nonostante le scottature di primo grado guariscano spesso senza problemi, nel caso di scottature molto ampie, se la vittima è un bambino o un anziano, o se la bruciatura sembra essere più grave del previsto, è sempre consigliabile recarsi al pronto soccorso.


Fonte: American Academy of Dermatology. How to treat a first-degree, minor burn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *