Apre il primo paese per ospitare i malati di Alzheimer

Si trova a Monza ed è un paese studiato appositmente per persone affette da Alzheimer e demenza senile. Si calcola che nel corso dell’estate sarano 32 gli ospiti del Paese (circa la metà della sua potenzialità), che offre la possibilità di vivere liberamente la propria vita tra giardini, piazze, negozi, teatro, chiesa, orto etc, ma potendo contare su assistenza e protezione continue. Una vera rivoluzione nel modo di concepire la cura e l’assistenza di questo tipo di pazienti. L’iniziativa è nata da una cooperativa, che, non solo ha realizzato il paese, ma per le fasi iniziali contribuirà per parte della retta giornaliera degli ospiti. Il progetto è ancora in fase sperimentale, quindi si devono definire i ruoli contributivi di Regione Lombardia e ATS Brianza. Per poter venire incontro al più presto alle esigenze dei pazienti e dei loro famigliari la cooperativa ha deciso comunque di aprire i battenti del Paese Ritrovato. I primi bilanci sono già positivi. Infatti, rispetto ad analoghe realtà presenti in altri paesi europei, il progetto di Monza è costato molto meno; grazie anche alla collaborazione con Università e Centri di Ricerca come il CNR e il Politecnico di Milano. A seguito dell’inaugurazione molte altre associazioni e comuni hanno contattato la cooperativa per chiedere informazioni per poter aprire altri centri di questo genere: una grande speranza per il futuro dei pazienti.


Fonte: vita.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *