Arzilli vecchietti supertecnologici

Sono gli ultimi dati Ipsos, che forniscono un quadro positivo e inaspettato della popolazione più anziana. Secondo questa indagine 9 anziani su 10 godono di buona salute e circa la metà è perfettamente autonoma fino a 80 anni di età. Dati incoraggianti dunque. Ma l’indagine rivela altri aspetti interessanti, che cambiano un po’ il vissuto dei nonnini un po’ fuori dal mondo. In realtà anche la popolazione over 55 subisce il fascino di cellulari e social network. La ricerca “Generazione 55 special”, condotta da Ipsos su 6mila over55 in Italia, Australia, Francia, Germania e Usa, fornisce un ritratto di over 55 fortemente indipendenti, molto socializzati, legati agli amici e connessi agli smartphone. E gli italiani non fanno eccezione: il 48%, tra i 75 e gli 84enni, è autonomo e indipendente. Rispetto agli over 55 degli altri paesi, gli italiani dedicano più tempo ai rapporti famigliari e sociali: il lavoro di nonno coinvolge 6 persone su 10 e per il 57% di loro è a tempo pieno. Gli agé italiani non disdegnano però cinema (28%), teatro (13%), concerti (76%), vita all’aria aperta (76%). Una curiosità: gli arzilli vecchietti italiani sono secondi solo agli statunitensi per quanto riguarda il tempo che passano su internet e sui social: Facebook 67%, Twitter 22%, Instagram 18%.


Fonte: ansa.salute e benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.