Attacca le pale!

Con il caldo tornano ventilatori e pale, ma….
…siamo sicuri che siano salutari? Tralasciamo qui il discorso relativo alla diffusione del COVID19. Parliamo solo della questione se dormire con il ventilatore o le pale accese faccia bene o no. Facile la risposta salomonica di Mark Reddick, esperto di sonno di Sleep Advisor, che dice: “dipende”. Ma andiamo ad analizzarla. Da una parte c’è il vantaggio di tenere la temperatura della camera da letto sotto controllo, che favorisce un sonno più tranquillo. Inoltre il ricircolo d’aria è positivo e il ronzio stesso dell’apparecchio potrebbe anche conciliare il sonno. D’altra parte smuovere l’aria solleva polveri e allergeni, che potrebbero aumentare gli episodi allergici. Sulle pale stesse si deposita quotidianamente un sottile strato di polvere e, soprattutto per le pale a soffitto, non è sempre agevole pulire prima dell’uso. L’aria può diventare anche un po’ più secca e questo può influire sulle nostre mucose, favorendo la sinusite. Dal punto di vista del corpo anche avere un continuo afflusso di aria addosso può provocare dolori muscolari, torcicollo, crampi e dolori articolari. Allora che fare? Ciascuno deve tenere conto di tutti i pro e i contro e scegliere cosa sia la soluzione migliore per sé, scegliendo il minore dei mali.


Fonte: Linkiesta.it