Bambine grasse e spose

Si chiama “gavage” ed è la pratica, che si sta diffondendo sempre più in Mauritania, di sottoporre le bambine dai 6 anni in poi ad alimentazione forzata. Perché? Per essere più attraenti per gli uomini e avere maggiore probabilità di contrarre un matrimonio vantaggioso.
La dieta tipo, che permette di raggiungere velocemente anche i 100 kg, consiste in 2 chilogrammi di miglio mescolato a due tazze di burro e 20 litri di latte di cammella. All’alimentazione si possono all’occorrenza aggiungere ormoni utilizzati in veterinaria.
In questa cultura la magrezza è sintomo di povertà della famiglia; inoltre esiste un proverbio che recita “una donna occupa nel cuore del marito il posto che occupa nel letto”. Il dato sconcertante è che attualmente in Mauritania circa il 20% delle bambine è sottoposta a questa pratica, che ha anche conseguenze dal punto di vista della salute. Non sono rari infatti i casi di morte prematura dovuta a diabete, infarti, disfunzioni renali.


Fonte: Agi