Basilico per le infiammazioni della gola

Alcune tra le erbe utilizzate in cucina per aromatizzare le vivande ha una storia affascinante, e per ciascuna si potrebbe scrivere un ricettario. Alcune sono alla base di preparazioni famose o sono tipiche della cucina di interi continenti.

Il basilico è una pianta comunissima, utilizzata in prevalenza allo stato fresco, data la facilità di coltivarlo in vaso. Per conservarlo a fine stagione, si possono mettere le foglie in congelatore in mobile casino piccoli pacchetti. Si possono utilizzare anche le foglie essiccate, che conservano buona parte dell’aroma originario. Data la ricchezza dell’olio essenziale contenuto, fonte del suo tipico e pungente profumo, è opportuno cospargerne le vivande a fine cottura.

Ma non tutti sanno che il basilico entrava a far parte dei “rimedi della nonna” per trattare “bocca e gola infiammate” secondo la ricetta che riportiamo di seguito.

In una tazza di acqua bollente lasciate in infusione 6 foglie di basilico fresco per 10 minuti. Poi filtrate e lasciate intiepidire; fate degli sciacqui o gargarismi più volte al giorno.

Gli oli essenziali di basilico sono salutari anche per le bocche colpite da afta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.