Centri informativi sul cancro indirizzati al pubblico: analisi del servizio offerto

È stato calcolato che solo nel 2012 sono state emesse 409 diverse pubblicità da parte di 102 centri per il sostegno ai malati di cancro. Dal momento che le informazioni che questi centri forniscono al pubblico sono in alcuni casi fonte di critiche, è stata effettuata un’analisi dei contenuti delle informazioni fornite da tali centri sia tramite giornali che tramite trasmissioni televisive, valutando in modo particolare la descrizione dei trattamenti clinici disponibili, la presenza di indicazioni su rischi, benefici e costi, l’utilizzo di materiale a carattere emotivo e l’inclusione di testimonianze di altri pazienti. E’ stato osservato che i centri per il sostegno dei malati di cancro promuovevano il trattamento (88% dei casi) più frequentemente dello screening (18%) o dei servizi di supporto (13%). I benefici delle terapie sponsorizzate erano citati molto più spesso dei relativi rischi (27% vs 2%), ma mancava quasi sempre una precisa quantificazione dei benefici attesi. Solo un numero limitato di materiale pubblicitario includeva dettagli sui costi dei trattamenti (5%). L’aspetto emotivo veniva sfruttato nell’85% dei casi, evocando speranze di guarigione (61%) o descrivendo il trattamento come una lotta o una battaglia (41%) o cercando di indurre timore (30%). In circa la metà dei casi veniva sfruttata la presenza di testimoni, focalizzandosi più che altro su casi di sopravvissuti, ma senza descrivere in modo dettagliato i risultati attesi per un paziente tipico. In conclusione, la maggior parte dei centri per il supporto ai malati di cancro promuovono forme di terapie antitumorale basandosi principalmente su aspetti emozionali, mentre molto più raramente danno informazioni dettagliate sui benefici, i rischi e i relativi costi. Ulteriori studio sono necessari per approfondire come questo tipo di pubblicità influenzi la comprensione e le aspettative dei pazienti che si sottopongono a terapia antitumorale.Vai all’articolo originale

1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.