Cheratosi attinica: cosa preferiscono i pazienti?

Secondo un sondaggio condotto in diversi centri clinici inglesi il punto di vista dei pazienti è fondamentale nella scelta del trattamento della cheratosi attinica. In mancanza di un trattamento chiaramente superiore in termini di beneficio clinico o di “impegno” per il paziente, è cruciale adattare la terapia alle esigenze del soggetto in modo da favorirne l’accettazione e l’aderenza.
I risultati dello studio SPOT derivano da due sondaggi condotti tra 109 pazienti con cheratosi attinica: nel primo i pazienti hanno espresso la loro preferenza tra coppie di ipotetici trattamenti topici, mentre il secondo questionario era focalizzato sulla valutazione del beneficio clinico rispetto al “peso” di ogni trattamento.
La maggior parte dei pazienti si è dichiarata disposta ad accettare una riduzione nell’efficacia profilattica e cosmetica del trattamento a fronte di una riduzione dell’impegno richiesto, in particolare nel caso di malattia grave o per ridurre i possibili effetti collaterali. Inoltre, nel caso in cui il beneficio clinico fosse considerato minore rispetto al “peso” del trattamento da seguire, la maggior parte dei pazienti ha optato per non seguire nessuna terapia.


Fonte: Kopasker D, Kwiatkowski A, Matin RN, et al. Patient preferences for topical treatment of actinic keratoses: a discrete-choice experiment. Br J Dermatol. 2018 May 21. doi: 10.1111/bjd.1801. [Epub ahead of print]

1 comment

  1. Pingback: » Cheratosi attinica: cosa preferiscono i pazienti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *