Cliniche combinate per migliorare la qualità del trattamento nella psoriasi

Nonostante i considerevoli progressi nel campo della psoriasi e dell’artrite psoriasica, il trattamento di queste malattie presenta ancora una serie di limitazioni, e una grossa fetta di pazienti resta non diagnosticata o non trattata.
Una ricerca di letteratura ha evidenziato che alcune delle problematiche più comuni in questo campo sono la scarsa conoscenza della malattia da parte dei pazienti o dei medici, una comunicazione inefficiente tra specialisti, la mancanza di un approccio olistico al paziente, e limitazioni nelle terapie disponibili.
Secondo il network PPACMAN (Psoriasis and Psoriatic Arthritis Clinics Multicenter Advancement Network) le cliniche combinate dermatologiche-reumatologiche potrebbero risolvere parte di questi problemi, migliorando la qualità del trattamento offerto al paziente psoriasico.
Queste cliniche aiuterebbero i medici a comprendere meglio la complessità della malattia, favorendo una valutazione olistica del paziente che prenda in considerazione non solo la cute nel complesso, ma anche il sistema muscolo-scheletrico e le eventuali comorbidità. Inoltre verrebbe favorita la comunicazione tra specialisti e la partecipazione ad attività formative, indirizzate non solo ai medici e agli specialisti, ma anche agli stessi pazienti.


Fonte: Haberman R, Perez-Chada LM, Merola JF, et al. Bridging the Gaps in the Care of Psoriasis and Psoriatic Arthritis: the Role of Combined Clinics. Curr Rheumatol Rep. 2018 Oct 26;20(12):76. doi: 10.1007/s11926-018-0785-6.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.