Confronto di due sistemi di classificazione istologica per la cheratosi attinica

Uno studio pubblicato su JEADV ha confrontato l’affidabilità e il livello di accordo intra-valutatori tra due sistemi di classificazione istologica delle lesioni da cheratosi attinica: il grado istologico (AK I-III) e la proliferazione basale (PRO I-III). Allo studio hanno partecipato 21 dermatologi indipendenti, che hanno classificato tramite le due scale 54 immagini di cheratosi attinica, stimando per ognuna il rischio di progressione a carcinoma invasivo.
Le 54 lesioni sono state così classificate in base alla scala AK: 16,7% AKI, 66,7% AKII e 16,7% AKIII. In termini di crescita basale invece, 25,9% delle lesioni sono state classificate come PRO I, 42,6% come PRO II e 31,5% come PRO III. La classificazione PRO ha mostrato un maggiore livello di accordo tra i valutatori rispetto alla scala AK. Inoltre, la stima del rischio di progressione è risultata maggiormente correlata al peggioramento della proliferazione basale sulla scala PRO rispetto all’aumento del punteggio sulla scala AK I-III. I dermatologi hanno dunque considerato la proliferazione basale come un fattore più importante per il rischio di progressione rispetto ai pattern di crescita superficiale.



Fonte: Schmitz L, Gupta G, Stücker M, et al. Evaluation of two histological classifications for actinic keratoses – PRO classification scored highest inter-rater reliability. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2019 Mar 19. doi: 10.1111/jdv.15580. [Epub ahead of print]