Costo e consumo delle risorse sanitarie nei pazienti psoriasici trattati con farmaci biologici

Uno studio osservazionale condotto negli Stati Uniti ha valutato il costo del trattamento con farmaci biologici nei pazienti psoriasi che interrompono o modificano la terapia.
Lo studio ha analizzato i dati di 8.710 pazienti psoriasici trattati con farmaci biologici (adalimumab, etanercept, infliximab o ustekinumab) tra il 2012 e il 2015. Di questi, il 57,4% non ha cambiato terapia durante il corso dell’analisi (non-switchers), l’11,5% è passato da un farmaco biologico a un altro (switchers) e il 31,1% ha interrotto la terapia (discontinuers). Gli accessi in pronto soccorso e i ricoveri ospedalieri sono risultati più frequenti per i pazienti classificati come switchers e discontinuers rispetto ai pazienti che hanno mantenuto la stessa terapia. Il costo sanitario dei pazienti switchers è risultato inoltre maggiore rispetto ai non-switchers con una differenza di circa 10.120 $, riferibili principalmente al costo dei farmaci (8.988 $) e a quello delle visite mediche (2.746 $). Al contrario il costo sanitario medio dei discontinuers è risultato inferiore a quello dei non-switchers per effetto del ridotto consumo di farmaci; tuttavia in questi pazienti la spesa riferibile alle visite mediche era mediamente superiore di 3.729 $.


Fonte: Feldman SR, Tian H, Wang X, Germino R. Health Care Utilization and Cost Associated with Biologic Treatment Patterns Among Patients with Moderate to Severe Psoriasis: Analyses from a Large U.S. Claims Database. J Manag Care Spec Pharm. 2018 Dec 17:1-11. doi: 10.18553/jmcp.2018.18308. [Epub ahead of print]