Curarsi ad… arte

Non solo per le malattie dell’anima, ma anche per vincere le battaglie contro le malattie fisiche il contatto con l’arte, la bellezza e la cultura sembra portare risultati comprovati. È questo il principio alla base del progetto “the art hive”, intrapreso in Canada, dove, dal 1° novembre del 2018, i medici possono prescrivere ai loro pazienti delle visite ai musei. Visite che, in questo caso, sono totalmente gratuite, anche per un accompagnatore e due minori di 17 anni. In pratica il malato e tutta la sua famiglia potranno godere di queste prescrizioni. L’esperimento, il primo a livello mondiale, durerà un anno e ogni medico avrà la possibilità di prescrivere fino a un massimo di 50 visite museali. Hélène Boyer, vicepresidente dei Medici francofoni del Canada, afferma “Ci sono sempre più prove scientifiche che l’art therapy fa bene alla salute fisica. Aumenta il livello di cortisolo e di serotonina. Quando visitiamo un museo secerniamo ormoni e questi ormoni sono responsabili del nostro benessere.” Noi italiani, che di cultura e di bellezza ne abbiamo da vendere, dovremmo essere un po’ più attenti, se consideriamo i dati dell’ultimo rapporto di Federculture, secondo il quale il 38,5% degli italiani adulti non è interessato a nessun tipo di attività culturale.


Fonte: agi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.