Da che parte ti cullo?

Fin dagli anni ‘60 le ricerche avevano osservato una preferenza nelle mamme nel cullare i propri bebè dal lato sinitro. Oggi ulteriori studi dell’Università G. D’Annunzio di Chieti hanno approfondito la relazione tra il cullare sul lato sinistro, lo stato psicologico della madre e il benessere dei neonati.
Un primo studio condotto su 50 giovani madri infatti ha evidenziato che le donne con livelli di depressione più alti cullano i figli sul lato destro.
Il secondo studio ha campionato 300 donne cui è stato chiesto di tenere in braccio una bambola e sono stati successivamente valutati i rispettivi stili di attaccamento alla propria madre e al proprio partner. Tali stili sono risultati migliori nelle donne che tenevano il bambolotto dalla parte sinistra.
Prediligere il lato sinistro per tenere il neonato è indipendente dal fatto che la madre sia mancina o destrimane, come si riteneva in passato, ed è stato riscontrato anche nei primati.
Per quanto riguarda il bambino posto sul lato sinistro, le ricerche dimostrano che in questo modo può vedere “il lato migliore” della madre, cioè quello più espressivo.



Fonte: greenMe

luca