Dieta pro-infiammatoria e incidenza di psoriasi, artrite psoriasica e dermatite atopica

Uno studio di coorte ha valutato l’associazione tra dieta e incidenza di psoriasi, artrite psoriasica (PsA) e dermatite atopica (AD) in un gruppo di donne tra i 25 e i 42 anni arruolate nello studio Nurses’ Health Study II.
Le partecipanti sono state seguite per un periodo di quasi 20 anni (dal 1991 al 2017), misurando ogni 4 anni il punteggio EDIP (Empirical Dietary Inflammatory Pattern). Questo punteggio, costruito calcolando la capacità di diversi gruppi di alimenti di stimolare 3 marker dell’infiammazione (IL-6, CRP e TNF-αR2), misura il potenziale infiammatorio di diversi cibi, classificandoli come “pro-infiammatori” (carni rosse, carni processate, pesce bianco, pomodori, etc) o “anti-infiammatori” (birra, vino, te, caffe, snack, etc).
L’analisi ha identificato 1.432 casi di psoriasi e 262 casi di PsA in più di 85.000 soggetti partecipanti, e 403 casi di AD tra 63.443 donne seguite per questa analisi. L’analisi multivariata non ha evidenziato alcuna associazione tra dieta pro-infiammatoria e comparsa di malattie della pelle: il rischio di sviluppare psoriasi, PsA e AD è risultato infatti statisticamente simile per soggetti con punteggio EDIP molto alto o molto basso.



Fonte: Bridgman AC, Qureshi A, Li T, et al. Inflammatory dietary pattern and incident psoriasis, psoriatic arthritis, and atopic dermatitis in women: a cohort study. J Am Acad Dermatol. 2019 Feb 21. pii: S0190-9622(19)30329-9. doi: 10.1016/j.jaad.2019.02.038. [Epub ahead of print]

luca