Ecco una pellicola di grande successo

Si chiama Apepack, e non a caso, la rivoluzionaria pellicola, che può essere la reale alternativa alla pellicola alimentare. È stata messa a punto per la commercializzazione nel nostro paese da una collaborazione tra California, dove l’idea è nata e utilizzata già da diverso tempo, e Italia, dove si è trovato come produrla in modo etico. Il nome deriva dal fatto che questo nuovo, ecologico materiale per packaging è costituito da pezze di cotone biologico imbevute di cera d’api.
Il materiale, che permette di sigillare gli alimenti (escluso carne cruda e prodotti oleosi) come la pellicola alimentare, è antisettico, idrorepellente e soprattutto riutilizzabile. Lavabile in acqua fredda e sapone naturale, i produttori hanno indicato la possibilità di riutilizzare ogni singola pezza fino a 100 volte. Si è calcolato inoltre che ogni utilizzo di una pezza consente un risparmio di un metro quadrato di pellicola di plastica.
La produzione italiana è affidata a una cooperativa sociale onlus per il recupero dalle dipendenze; in questo modo il prodotto non solo è ecologico, ma contribuisce ad un progetto etico molto importante. Prima infatti la cooperativa si impegnava solo nell’assemblaggio di prodotti, ora con questa produzione ogni ospite si sente coinvolto in un progetto più alto e partecipa in modo più costruttivo, sentendo di contribuire, con il proprio lavoro, al benessere comune.


Fonte: Vita

luca