Farmaci biologici per la psoriasi nella popolazione pediatrica

Uno studio osservazionale retrospettivo ha valutato l’efficacia e la sicurezza in un contesto real-life di tre farmaci biologici per la psoriasi autorizzati nella popolazione pediatrica. L’analisi ha compreso i dati di 134 bambini trattati con etanercept (70), adalimumab (68) o ustekinumab (46).
I fattori associati alla scelta del farmaco come prima linea includevano l’età dei pazienti all’inizio del trattamento (significativamente più bassa per il gruppo trattato con adalimumab), l’età di comparsa dei sintomi (più bassa per adalimumab e etanercept) e il punteggio PASI e PGA al basale (maggiori per adalimumab). I tempi di mantenimento del farmaco (drug survivial) erano significativamente maggiori per ustekinumab rispetto ad adalimumab ed etanercept, indipendentemente dalla variante di malattia e dal tipo di pazienti (naïve o non naïve ai farmaci biologici). Dal punto di vista della sicurezza, il profilo dei farmaci si è rivelato paragonabile a quello osservato negli adulti, con 8 eventi avversi segnalati – infezioni gravi (3), aumento di peso (2), esacerbazione della malattia (1) e malessere (1) – e solo 3 casi di interruzione della terapia.



Fonte: Phan C, Beauchet A, Burztejn AC, et al. Biological treatments for paediatric psoriasis (BiPe): A retrospective observational study on biological drug survival in daily practice in childhood psoriasis. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2019 Mar 18. doi: 10.1111/jdv.15579. [Epub ahead of print]