HPV promuove le forme di cancro della pelle non melanoma

Un team di scienziati del German Cancer Research Center (DKFZ) ha mostrato per la prima volta che l’infezione da Papilloma Virus (HPV) associata all’esposizione alla radiazione UV promuove lo sviluppo del cancro della pelle non-melanoma.
Utilizzando un modello murino particolarmente sensibile alle infezioni da HPV i ricercatori hanno osservato che dopo esposizione ai raggi UV solo i topi infettati con HPV sviluppavano SCC, ma non gli animali di controllo. Inoltre, l’esperimento ha evidenziato la formazione di due tipi diversi di tumore. Nel primo, caratterizzato da elevata cheratinizzazione, le lesioni contenevano una grande quantità di HPV – una situazione analoga a quella che si osserva in alcune lesioni precancerose umane quali l’AK. Il secondo tipo di tumori, non cheratinizzanti, non conteneva invece virus – analogamente a quello che si osserva nelle lesioni da carcinoma avanzato nell’uomo; tuttavia l’analisi anticorpale del siero ha evidenziato la presenza di infezione precedente da HPV.
I risultati di questo studio suggeriscono quindi che l’infezione da HPV influenza la stabilità del DNA cellulare, promuovendo l’accumulo di danni da UV e stimolando lo sviluppo di cancro non melanoma; inoltre la quantità di virus presente nelle lesioni sembra essere correlata a una diversa fase di differenziazione del tumore.


Fonte: Hasche D, Stephan S, Braspenning-Wesch I, et al. The interplay of UV and cutaneous papillomavirus infection in skin cancer development. PLoS Pathog. 2017 Nov 30;13(11):e1006723

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *