I farmaci biologici riducono l’affaticamento nella psoriasi

Una revisione sistematica della letteratura ha valutato l’effetto dei farmaci biologici per la psoriasi sull’affaticamento, un sintomo frequente tra i pazienti e una delle componenti principali per la valutazione della qualità della vita.
Gli autori hanno condotto una revisione sistematica della letteratura, identificando 8 studi randomizzati relativi a diversi farmaci biologici per la psoriasi tra cui anti-IL12/23, anti-IL23, anti-IL17 o anti-TNF-α. L’impatto del trattamento sul livello di fatica dei pazienti è stato misurato tramite due scale: la Functional Assessment of Chronic Illness Therapy-Fatigue e la Short Form 36 Health Survey Vitality Subscale. La meta-analisi ha evidenziato una riduzione significativa della fatica tra i pazienti trattati con farmaci biologici rispetto al placebo, con una differenza media nel punteggio delle due scale pari a -0,40, giudicata come lieve-moderata.
Ulteriori ricerche sono necessarie per chiarire il meccanismo di azione alla base di questo risultato, che potrebbe dipendere dalla riduzione del livello di citochine pro-infiammatorie a livello cerebrale, dalla diminuzione del dolore, della depressione, dal miglioramento generale della salute o dalla combinazione di questi fattori.



Fonte: Skoie IM, Dalen I, Omdal R. Effect of Biological Treatment on Fatigue in Psoriasis: A Systematic Review and Meta-Analysis. Am J Clin Dermatol. 2019 Apr 2. doi: 10.1007/s40257-019-00434-w. [Epub ahead of print]