I tessuti funzionali per la dermatite atopica perdono le proprietà antimicrobiche dopo il lavaggio

Uno studio tedesco ha valutato l’effetto di diversi tessuti sulla dermatite atopica, focalizzandosi sia sulle caratteristiche fisiche che sulle proprietà funzionali di 13 tessuti disponibili in commercio, inclusi 10 tessuti funzionali contenenti particelle di argento, 1 tessuto in seta AEGIS e 2 tessuti non trattati come controllo.
I tessuti hanno mostrato un’alta variabilità in termini di peso prima e dopo il lavaggio; inoltre, l’analisi con microscopio elettronico a scansione ha evidenziato che le fibre della seta erano più lisce e compatte rispetto a quelle del cotone. La carica microbica dei tessuti è risultata altamente variabile (tra meno di 1 e 35 CFU per un’area di 50×50 mm) e l’azione antimicrobica – caratteristica esclusiva dei tessuti con rivestimento in argento – è stata progressivamente persa in corrispondenza del danneggiamento del rivestimento in argento osservato dopo il lavaggio.
Ai pazienti con dermatite atopica si consiglia l’utilizzo di tessuti elastici, leggeri, e con fibre lisce; i tessuti funzionali non sono al momento raccomandati dato che perdono rapidamente le loro proprietà antimicrobiche dopo il lavaggio.


Fonte: Srour J, Berg E, Mahltig B, et al. Evaluation of Antimicrobial Textiles for Atopic Dermatitis. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2018 Jun 12. doi: 10.1111/jdv.15123. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *