IL-36γ: un nuovo biomarker per identificare l’infiammazione psoriasica

Un gruppo di medici inglesi ha sviluppato un test diagnostico semplice e non invasivo per identificare le lesioni psoriasiche. Il test si basa sull’esecuzione dello stripping della cute lesionata e la misurazione dei livelli di IL-36γ, un biomarcatore presente ad alti livelli nella psoriasi.
Analizzando i livelli di diverse chemochine con azione di homing in pazienti con AD o con psoriasi a placche, i medici hanno osservato che la concentrazione di IL-36γ era significativamente più alta nelle lesioni psoriasiche rispetto a quelle da AD (nell’ordine di 10 volte pg/μg proteine totali); inoltre, la proteina IL-36γ sembra essere espressa in maniera uniforme in tutti i pazienti affetti da psoriasi.
Utilizzando un cut-off di 214 pg/μg, il test della IL-36γ ha mostrato una specificità del 100% e una sensibilità del 94,44%.
Questo test rappresenta un importante strumento diagnostico per identificare la psoriasi nel caso di lesioni poco infiammate o localizzate in zone difficili quali fissure, cuoio capelluto, orecchie o area palmo-plantare. Ulteriori studi dovranno testare l’efficacia di questo biomarcatore in presenza di fattori confondenti quali età, trattamento topico o sistemico, ed esposizione al sole.


Fonte: Berekméri A, Latzko A, Alase A, et al. Detection of IL-36y via non-invasive tape stripping reliably discriminates psoriasis from atopic eczema. J Allergy Clin Immunol. 2018 May 18. pii: S0091-6749(18)30706-1. doi: 10.1016/j.jaci.2018.04.031. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *