Infezioni da S. Aurues: il TNF-α è necessario per l’attivazione mastocitaria

Un articolo pubblicato su The Journal of Infectious Diseases ha studiato il ruolo dei mastociti – cellule chiave nella risposta innata contro i patogeni infettivi – nel controllo delle infezioni cutanee da S. Aureus.
I ricercatori hanno confrontato la risposta immunitaria dopo iniezione intradermica di S. Aureus in animali sani e in un modello murino con deficienza specifica delle cellule mastoidi. Dopo il contatto con il batterio, nei topi con deficit dei mastociti è stato osservato lo sviluppo di infezioni molto più estese, un minore livello di infiammazione in risposta all’infezione, e una riduzione significativa nella concentrazione di TNF-α nei tessuti coinvolti, rispetto agli animali sani. Secondo gli autori le alterazioni osservate nella risposta immunitaria sono attribuibili principalmente alla ridotta espressione di TNF-α; in effetti la somministrazione di mastociti o TNF-α ricombinante ha permesso di ripristinare la risposta immune nei topi mutanti, grazie alla stimolazione e al richiamo dei neutrofili al sito di infezione.
Infine, anche il pathway PI3K/AKT/P65-NF-kb sembra essere fondamentale per il funzionamento dei mastociti, come mostrato dall’inattivazione di queste cellule in risposta agli inibitori di c-kit (masitinib), PI3K (wortmannin) o NF-kb (pirrolidina ditiocarbamato).


Fonte: Liu C, Ouyang W1, Xia J, et al. Tumor Necrosis Factor-α Is Required for Mast Cell-Mediated Host Immunity Against Cutaneous Staphylococcus aureus Infection. J Infect Dis. 2018 May 8. doi: 10.1093/infdis/jiy149. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *