La fototerapia ai raggi UVB aumenta la Vitamina D ma non le cellule T regolatorie nella dermatite atopica

Un recente studio ha valutato l’impatto della fototerapia a raggi UVB nel trattamento della dermatite atopica, misurando la concentrazione di vitamina D e di cellule T circolanti dopo il trattamento.
Lo studio ha coinvolto 30 pazienti adulti affetti da dermatite atopica e trattati con fototerapia UVB presso il Dipartimento di Dermatologia e Allergia dell’Ospedale Herlev and Gentofte di Hellerup (Danimarca). La concentrazione sierica di 25(OH)D era significativamente aumentata dopo la fototerapia, con un incremento di circa 32 nmol/l dopo 2 settimane e di 50,30 nmol/l dopo 4 settimane. L’aumento della vitamina D era indipendente dal tipo di mutazione della filaggrina e in particolare dalla presenza o assenza di mutazioni con perdita di funzione.
Tuttavia, i risultati della citometria a flusso non hanno evidenziato un cambiamento significativo nel profilo delle citochine nel sangue, né nella concentrazione o nel profilo delle cellule T regolatorie. L’assenza di modifiche nel profilo delle citochine a livello cutaneo è stata ulteriormente confermata dagli esperimenti di RT-PCR quantitativa.


Fonte: Simonsen S, Bonefeld CM, Thyssen JP, et al. Increase in Vitamin D but not Regulatory T Cells following Ultraviolet B Phototherapy of Patients with Atopic Dermatitis. Acta Derm Venereol. 2018 Sep 24. doi: 10.2340/00015555-3050. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *