La regola delle ‘5R + R’ per diagnosticare la cheratosi attinica

Due medici spagnoli hanno proposto un metodo semplice e completo per diagnosticare la cheratosi attinica basandosi sulla regola mnemonica delle 5 ‘R’, 5 fattori predittivi facilmente identificabili della malattia. Questa semplice regola può essere utile ai caregiver per familiarizzare con la malattia e ricordarne i segni principali, e potrebbe essere impiegata dai medici per la diagnosi e la prevenzione delle recidive.
La prima R è il rossore (redness), cioè la presenza di macule, papule o placche di colore variabile da rosa a rossiccio-marrone, che può essere valutata tramite un semplice esame visivo. Seguono la ruvidezza (rough), che si riferisce all’aspetto superficiale delle lesioni simile alla carta vetrata; la regione cefalica (cephalic region), una regione molto esposta al sole in cui le lesioni si formano più di frequente; la radiazione UV (radiation), uno dei maggiori fattori di rischio per la cheratosi attinica, valutabile tramite anamnesi del paziente, e la ricorrenza (recurrence), cioè la tendenza delle lesioni a ricomparire nella stessa area. Per ultimo +R si riferisce al rischio (risk) a cui vanno incontro i pazienti, che non è limitato alla progressione a SCC ma si riferisce più in generale al danno solare cumulativo alla pelle.



Fonte: Dominguez-Cruz J, Ruiz-Villaverde R.The ‘5R + R’ Rule: A simple and comprehensive method for diagnosis of actinic keratosis.Sultan Qaboos Univ Med J. 2019 Feb;19(1):e81-e82. doi: 10.18295/squmj.2019.19.01.017. Epub 2019 May 30.