Livelli di vitamina D nel cordone ombelicale e rischio di dermatite atopica infantile precoce

Uno studio cinese ha valutato se la concentrazione di vitamina D [25(OH)D3] nel cordone ombelicale potesse essere un fattore predittivo della dermatite atopica (AD) infantile precoce. Gli autori hanno raccolto campioni di sangue cordonale da 67 bambini nati tra luglio e settembre 2015 presso l’ospedale della Fudan University di Shangai, e hanno visitato i bambini all’età di 6 settimane, 3 e 6 mesi per valutare la presenza di AD precoce.
Lo studio ha rilevato un’incidenza del 34% per la dermatite atopica; con il 91% dei casi riscontrati durante il primo mese di vita del bambino. I 23 bambini con segni precoci di AD avevano livelli significativamente più bassi di 25(OH)D3 nel sangue cordonale. In particolare i soggetti con concentrazioni minori di 30 nmol/L presentavano un’incidenza della AD significativamente maggiore rispetto a quelli con concentrazioni di vitamina D maggiori.
Secondo l’analisi ROC (Receiver Operating Characteristic) la misurazione dei livelli di vitamina D ha una sensibilità del 52,2%, una specificità del 79,5%, un valore predittivo positivo del 57,1% e un valore predittivo negativo del 76,1% nella diagnosi della AD precoce.


Fonte: Li MM, Lu CY, Wang XM. Predictive value of cord blood 25(OH)D3 for early infantile atopic dermatitis. Zhongguo Dang Dai Er Ke Za Zhi. 2018 Apr;20(4):303-307

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *