Mangiare ad alta quota

Soprattutto nelle lunghe tratte ci capita di dover consumare colazioni o pranzi in aereo o anche solo semplici snack. È quindi importante capire cosa sarebbe meglio evitare in aereo.
Per motivi di riguardo nei confronti dei nostri vicini sarebbe meglio evitare cipolla e aglio. Se proprio non se ne può fare a meno, mangiare una mela cruda o triturare tra i denti delle foglie di menta riduce il cattivo odore.
Per la nostra salute invece sarebbe meglio non bere alcol, poiché viaggiando in aria e stando a lungo seduti potrebbe peggiorare la circolazione del sangue. Il caffè aumenta la produzione di urina e quindi è da tenere presente quanto si è a nostro agio ad usare le toilette dell’aereo. Per lo stesso motivo chi ha anche delle leggere intolleranze al lattosio dovrebbe evitare i formaggi.
La pressurizzazione dell’aereo altera la percezione dei sapori, quindi perché consumare patatine e noccioline, che aumentano la ritenzione idrica, se non ce le gustiamo neppure? Carni rosse e condimenti risultati più difficili da digerire in quota. Anche il metabolismo in aereo funziona circa 1/3 che a terra.
E quindi cosa possiamo mangiare durante un viaggio aereo? Pomodori, fungi, fagioli, pesce alla griglia, verdure non lessate, carni bianche.



Fonte: Esquire