Non si finisce mai di crescere

Secondo due studi pubblicati sulle riviste “Science” e “Cerebral cortex”, di cui Kalanit Grill-Spector è l’autore senior, non è vero che il cervello umano perde la facoltà di crescere superata l’età dello sviluppo. Piuttosto è vero il contrario. Nonostante alcune cellule e connessioni vadano perse nell’età adulta, la regione del cervello dedicata al riconoscimento facciale continua a crescere negli anni.
Si tratta di una recente scoperta avvenuta confrontando due gruppi di persone, uno formato da ragazzi tra i 5 e i 12 anni, l’altro da giovani adulti compresi tra i 22 e i 28 anni, utilizzando due tipi di risonanza magnetica per immagini.
Contrariamente a quanto si riteneva in precedenza, le persone con gli anni aumentano la loro capacità di riconoscere i visi. Nel 2% della popolazione adulta che riscontra una perdita di tale capacità si tratta di un disturbo chiamato prosopagnosia.


Fonte: Sciencefocus.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.