Pensieri e parole

Questa è l’ultima sfida tecnologica che i ricercatori della Columbia University stanno affrontando con tutta l’intenzione di vincerla. In realtà gli studiosi americani hanno già realizzato un sistema che riesce ad utilizzare le onde cerebrali per sintetizzare un discorso. Questa apparecchiatura ci permetterà di andare oltre ai touchscreen e di trasformare in tempo reale i nostri pensieri in parole. È la nuova frontiera dell’intelligenza artificiale a permettere questo “prodigio”. La macchina messa a punto dei ricercatori monitorizza l’attività cerebrale e, con l’aiuto di un sintetizzatore vocale (lo stesso usato per Siri) e dell’intelligenza artificiale, le traduce in un linguaggio chiaro e comprensibile. Un passo avanti davvero straordinario, che potrà consentire a tutte quelle persone che, per i più svariati motivi, non riescono a parlare, di comunicare facilmente con gli altri. L’apparecchio è stato sviluppato sulla base di precedenti studi che hanno dimostrato che, quando si parla o si ascolta, ma anche solo si immagina di parlare o ascoltare, il nostro cervello produce differenti e specifiche attività.


Fonte: Science Focus