Profilo delle citochine pro-infiammatorie e anti-infiammatorie nella psoriasi

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Londrina (Brasile) ha confrontato il profilo delle citochine pro e antiinfiammatorie nella psoriasi allo scopo di sviluppare un modello predittivo per diagnosticare la malattia.
I risultati dell’analisi, che ha coinvolto 70 pazienti psoriasici e 76 controlli sani, hanno evidenziato un’associazione significativa tra psoriasi e concentrazione delle citochine, con una dimensione dell’effetto pari a 0,892 e un impatto particolarmente forte per le interleuchine 2 (0,463), 10 (0,532), 12 (0,451) e per l’adiponectina (0,401). I pazienti psoriasici presentavano livelli di TNF-β e adiponectina significativamente inferiori rispetto ai controlli, mentre tutte le altre citochine – ad eccezione di INF-γ – erano presenti a livelli significativamente maggiori.
Sulla base di questi risultati gli autori hanno costruito un modello per la diagnosi della psoriasi basato sull’aumento dell’indice di risposta immuno-infiammatoria (IRS, dato da risposta M1, Th1 e Th17), sull’aumento dell’indice della risposta Th2 + T regolatoria, e sulla riduzione della concentrazione di adiponectina. Il modello ha mostrato una sensibilità del 97,1% e una specificità del 94% nel predire la psoriasi.



Fonte: Cataldi C, Mari NL, Lozovoy MAB, et al. Proinflammatory and anti-inflammatory cytokine profiles in psoriasis: use as laboratory biomarkers and disease predictors. Inflamm Res. 2019 May 6. doi: 10.1007/s00011-019-01238-8. [Epub ahead of print]