Raggiungere una risoluzione completa delle lesioni nella psoriasi

Uno studio pubblicato su JEADV riporta i risultati di un sondaggio condotto in Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia, che ha analizzato le prospettive dei pazienti affetti da psoriasi sul raggiungimento di una (quasi) completa risoluzione delle lesioni, e l’impatto della malattia sulla qualità della vita dei soggetti.
Il 44% dei pazienti, su un totale di più di 600 partecipanti, ha ottenuto una risoluzione completa/quasi completa delle lesioni con il trattamento in uso; tra questi pazienti l’85% si è dichiarato soddisfatto dei risultati raggiunti, mentre il 71% ha dichiarato di sentirsi libero di discutere delle proprie aspettative terapeutiche con il medico curante.
Al contrario, il 46% dei pazienti non ha raggiunto un grado ottimale di risoluzione della malattia; tra questi solo il 39% si è infatti dichiarato soddisfatto del trattamento ricevuto.
Il sondaggio ha inoltre evidenziato il profondo impatto che la psoriasi ha sulla qualità della vita dei pazienti, con l’88% dei partecipanti che ha riportato forme di discriminazione o episodi umilianti e il 61% che ha segnalato un impatto della malattia sulla vita lavorativa.


Fonte: Rasmussen MK1, Enger M, Dahlborn AK, et al. The Importance of Achieving Clear or Almost Clear Skin for Patients: Results from the Nordic Countries of the Global. Acta Derm Venereol. 2019 Feb 1;99(2):158-163. doi: 10.2340/00015555-3048.