Risposta rapida con calcipotriolo/betametasone anche in pazienti con psoriasi moderata-grave

La rapidità d’azione è uno dei fattori che influenzano l’aderenza al trattamento nella psoriasi, insieme all’efficacia del trattamento, alla riduzione della sintomatologia e all’impatto sulla qualità della vita. Un’analisi aggregata di tre trial di fase II-III ha valutato l’efficacia di calcipotriolo/betametasone (Cal/BD) in pazienti con psoriasi moderata-grave, focalizzandosi sulla velocità di risposta in termini di PASI score e qualità della vita (DLQI).
Dopo 4 settimane di trattamento una percentuale significativamente maggiore di pazienti trattati con Cal/BD avevano raggiunto un target PASI di 0 (15,1% vs 1,0%), ≤1 (41,4% vs 5,2%), ≤3 (78,5% vs 29,2%) e ≤5 (90,2% vs 62,5%) rispetto al controllo. La differenza tra i due gruppi è risultata significativa già dopo 1 settimana di trattamento, con valori di PASI ≤1 (6,8% vs 1,5%), ≤3 (40,4% vs 22,8%) e ≤5 (69,7% vs 50,8%), rispettivamente nel gruppo in trattamento e nel controllo. Il vantaggio del trattamento con Cal/BD era visibile sia tra i pazienti con malattia più grave (PASI >10) che tra quelli con qualità della vita particolarmente ridotta dalla malattia (DLQI >10).



Fonte: Pink AE, Jalili A, Berg P et al. Rapid onset of action of calcipotriol/betamethasone dipropionate cutaneous foam in psoriasis, even in patients with more severe disease. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2019 Mar 27. doi: 10.1111/jdv.15398. [Epub ahead of print]