Strategia stereochimica per tessuti antimicrobici innovativi

I tessuti antimicrobici permettono di combattere la contaminazione microbica dei tessuti, che può avere un impatto negativo sulla salute, soprattutto nei contesti ospedalieri. Le tecnologie antimicrobiche sviluppate fino ad oggi si basano spesso sull’utilizzo di antibiotici, metalli o altre sostanze che possono risultare tossiche per la pelle o danneggiare la microflora cutanea.
Un gruppo di ricercatori ha sviluppato un nuovo tessuto funzionalizzato con borneolo (BDCT) che sfrutta l’accoppiamento tra molecole di borneolo 4-formilbenzoato e residui amino-modificati del tessuto per generare una superficie che impedisce l’adesione dei microorganismi grazie alla conformazione stereochimica.
Il nuovo tessuto ha mostrato un’attività antimicrobica forte e ad ampio spettro contro batteri gram-positivi (S. aureus e S. epidermidis), gram-negativi (E. coli e P. aeruginosa) e funghi (A. niger, M. racemosus e C. albicans). Inoltre, il BDCT si è rivelato sicuro per il mantenimento della flora cutanea e non ha causato stimolazione della pelle, probabilmente grazie all’assenza di sostanze germicide. Infine, il BDCT è risultato resistente ai lavaggi, mantenendo le sue proprietà di anti-adesione microbica anche dopo 50 lavaggi accelerati.
La nuova strategia stereochimica del BDCT ha un grande potenziale di applicazione per la generazione di nuovi prodotti tessili, imballaggi alimentari e nel settore medicale.



Fonte: Xu J, Zhao H, Xie Z, et al. Stereochemical Strategy Advances Microbially Antiadhesive Cotton Textile in Safeguarding Skin Flora. Adv Healthc Mater. 2019 Jun 11:e1900232. doi: 10.1002/adhm.201900232. [Epub ahead of print]