Tacrolimus unguento: il rischio di tumori maligni è reale?

Il tacrolimus, insieme ai corticosteroidi topici, è un farmaco di prima linea per il trattamento della dermatite atopica. Nel 2003, e successivamente nel 2006, l’autorità regolatoria giapponese e americana hanno aggiornato le informazioni di sicurezza del farmaco per includere un’avvertenza sul rischio teorico di cancro della pelle e linfoma per i pazienti in trattamento con inibitori topici della calcineurina.
Nonostante queste avvertenze, i dati raccolti in più di 15 anni di utilizzo su pazienti di tutto il mondo dimostrano che il tacrolimus è efficace nella gestione pro – attiva della dermatite, che consiste nell’uso intermittente a lungo termine per prevenire, ritardare e ridurre i casi di dermatite.
Inoltre, il farmaco è ben tollerato e, dato lo scarso assorbimento sistemico, difficilmente provoca un’immunosoppressione sistemica.
Infine ad oggi non ci sono forti evidenze di un aumento di frequenza di tumori maligni nei pazienti trattati, e la sorveglianza post-marketing non ha evidenziato problemi di sicurezza.
Pertanto le avvertenze introdotte sull’uso del tacrolimus dovrebbero essere riconsiderate per permettere ad adulti e bambini affetti da dermatite di ricevere il trattamento più efficace e appropriato.


Fonte: Ohtsuki M, Morimoto H, Nakagawa H. Tacrolimus ointment for the treatment of adult and pediatric atopic dermatitis: Review on safety and benefits. J Dermatol. 2018 Jun 21. doi: 10.1111/1346-8138.14501. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *