W il fondente!

Concedersi un pezzetto di cioccolato fondente è un peccato cui dà il beneplacido anche la ricerca scientifica. Secondo un recente studio della Martin Luther University Halle-Wittenberg e del Max Rubner-Institut, in Germania, il cacao contiene una grande quantità di vitamina D2. Il cioccolato fondente è, nella lavorazione, il tipo di cioccolato che ne conserva la maggiore concentrazione (tra 1,90 e 5,48 μg/100 g), mentre la minima si ritrova nel cioccolato bianco (tra 0,19 e 1,91 μg/100 g). La vitamina D2 si trova nei funghi e le fave di cacao sono particolarmente sensibili alla contaminazione da funghi. Per questo motivo possono contenere così elevate quantità di ergosterolo, precursore di questa vitamina. Gli autori della ricerca hanno così formulato un’ipotesi interessante: l’essiccazione al sole delle fave di cacao fermentate potrebbe portare direttamente alla conversione dell’ergosterolo in vitamina D2. Gabriele Stangl, della Martin Luther University, spiega come abbiano verificato la teoria, analizzando fave di cacao di diversa provenienza con un sistema di spettometria di massa e misurando la presenza della vitamina.


Fonte: Adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *