Yoga: un aiuto inaspettato contro il diabete di tipo 2

I risultati della review effettuata dai ricercatori sono stati sorprendenti e aprono una nuova strada per tutti quei pazienti alle prese con il controllo di alcuni parametri.
E’ emerso infatti che praticare lo yoga può aiutare a tenere controllati glicemia e altri fattori di rischio del diabete di tipo 2. Effetti benefici sono stati rilevati sulla pressione arteriosa e sulla funzione respiratoria.
Lo yoga aiuta anche a diminuire lo stress, a migliorare l’umore e il sonno che, anche se non strettamente correlati con il diabete, sono importanti per la qualità di vita.
Gli studi a disposizione dei ricercatori includevano pazienti che avessero praticato yoga per almeno 2 settimane e prendevano in considerazioni gli stili di yoga più praticati negli Stati Uniti: il Raja e l’Hatha. Questi stili secondo gli autori della review “enfatizzano posture specifiche (asanas), tra cui posizioni attive o centrate sul rilassamento, il controllo del respiro (Pranayama), la concentrazione (Dharana) e la meditazione (Dhyana).
La review è stata pubblicata sul Journal of Diabetes Research.


Fonte: www.laltramedicina.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.