Bucato, ti stendo fuori!

Il bello di stendere il bucato all’aperto in primavera ed estate è che, tra aria e sole, si asciuga tutto più in fretta. E poi il bucao acquista un profumo diverso, un po’ come quello del bucato della nonna. Ma stendere fuori è un’abitudine che dovremmo mantenere anche in inverno, benché ci voglia più tempo per l’asciugatura rispetto all’interno riscaldato o alle macchine sciugatrici. Ma ha i suoi vantaggi. Soprattutto per l’ambiente: limitare l’uso delle asciugatrici fa risparmiare tonnellate di CO2. Ma anche per il portafoglio: dai 20 ai 25 euro al mese in meno in bolletta. Ecco alcuni consigli per continuare a stendere il bucato su balconi e terrazzi anche d’inverno. Guardiamo le previsioni meteo e scegliamo le giornate più secche e ventose. Usiamo i guanti per proteggere le mani da umidità e freddo mentre si stende. Se poi esce un’occhiata di sole possiamo sfruttare le proprietà sbiancanti e disinfettanti della luce solare. Il bucato asciugato all’aria aperta poi si rovina di meno e i panni durano di più, rispetto all’uso di asciugatrici. Inoltre si evita il ristagno di umidità in ambienti ristretti, come ad esempio bagni e lavanderie.


Fonte: Greenme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.