Profilassi topica antimicrobica nella chirurgia del colon-retto

Una revisione sistematica della letteratura ha evidenziato come gli studi sulla profilassi antibiotica contro le SSI nella chirurgia del colon-retto siano altamente eterogenei e di qualità piuttosto bassa.
Secondo la ricerca, condotta su un totale di 30 studi, il lavaggio diretto della ferita chiusa con antibiotici in polvere o per iniezione (11 studi), le medicazioni a base di argento ionizzato (4 studi), e l’applicazione topica di olio di vitamina E sulla ferita aperta (1 studio) riducono significativamente il rischio di SSI. Al contrario, le spugne impregnate di gentamicina (10 studi) e il filo da sutura con clorexidina (4 studi) non hanno mostrato una riduzione del rischio di SSI nell’analisi generale, ma hanno dato risultati positivi solo nell’analisi di sensibilità, che escludeva gli studi ad alto rischio di bias.
La maggior parte degli studi includeva l’utilizzo di una profilassi antibiotica, ma questa era molto variabile e differiva spesso da quanto riportato nelle lineeguida.
Secondo gli autori sono necessari nuovi studi di alta qualità per dimostrare che i trattamenti attualmente in uso in questo campo siano supportati da evidenze scientifiche concrete.


Fonte: Nelson RL, Kravets A, Khateeb R, et al. Topical antimicrobial prophylaxis in colorectal surgery for the prevention of surgical wound infection: a systematic review and meta-analysis. Tech Coloproctol. 2018 Jul 17. doi: 10.1007/s10151-018-1814-1. [Epub ahead of print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *